16.4.10

Auguri, Santo Padre

No dia do octogésimo terceiro aniversário de Joseph Ratzinger, Bruno Mastroiani faz um balanço dos primeiros cinco anos de pontificado de Bento XVI. Que muitos mais se lhes sigam.
«Il 16 aprile Benedetto XVI compie 83 anni e il 19 aprile cinque di pontificato. Cosa è successo in questo lustro? Il Papa ha scritto tre encicliche (su Dio, sulla speranza e sulla verità dell’amore), ha viaggiato dall’America all’Australia e in diversi paesi d’Europa, arrivando fino in Africa. Ha liberalizzato il rito antico, ha revocato la scomunica ai vescovi lefebvriani, ha creato le condizioni per il rientro in comunione con Roma degli anglicani. Ha compiuto passi in avanti nel dialogo con gli ortodossi, ha costruito un confronto schietto con gli ebrei e con i musulmani. Ha incontrato le vittime dei preti pedofili, ha chiamato a raccolta i vescovi e ha confortato tutti con la lettera ai cattolici d’Irlanda. Ha indetto l’anno paolino per richiamare i battezzati ad essere apostoli. Ha indetto l’anno sacerdotale per rilanciare la missione dei sacerdoti. Ha scritto un bestseller su Gesù di cui si attende la seconda parte. Ha pronunciato omelie, discorsi e catechesi che rimarranno nella storia. Sta risistemando l’abc della fede, sta ricucendo gli strappi delle interpretazioni estreme del Concilio Vaticano II, sta presentando al mondo un cristianesimo vitale e intelligente capace di rimettere Dio al suo posto dopo decenni di confusione relativizzante. Tutto questo in un lasso di tempo pari a una legislatura italiana. Non basteranno le imprecisioni pedofile del New York Times o le chiacchiere su presunti problemi di salute a distrarci. I risultati del pontificato di Ratzinger, dopo questi cinque anni, sono sotto gli occhi di tutti. Auguri Santo Padre.»